30 minuti per organizzare la tua giornata lavorativa

Questo post nasce da una serie di consapevolezze acquisite in anni di lavoro (autonomo e non) e dalla volontà di contrastare quello strano concatenarsi di eventi oppositivi e negativi che si verificano quando decido che organizzare la giornata lavorativa appena sveglia sia ormai un’attività superata.

 

La bella notizia è che per organizzare la giornata lavorativa basta poco, anzi bastano solo circa 30 minuti.
Ci sono super manager di multinazionali che puntano la sveglia addirittura alle 5 del mattino per avere il tempo di fare attività fisica, meditazione, una sana colazione e pianificare la giornata di lavoro, tutto prima di uscire di casa per recarsi in ufficio.

Magari qui di super manager non ne abbiamo ma è fondamentale per ciascuno di noi affrontare ogni giornata con il minor numero possibile di perdite di tempo e imprevisti.

Il tempo. A me scarseggia sempre, immagino di non essere l’unica. Per questo motivo, tra i vari propositi del nuovo anno che non ho scritto in un post ma ho fissato nella mente (quando si dice predicare bene e razzolare male…), al primo posto c’è: recuperare tempo.

E come si recupera il tempo? Organizzandosi meglio (già).

Chi ha un lavoro autonomo come me sa anche che il proprio tempo ha un costo, che se si perde tempo il ricavo diminuisce, se non si sceglie bene in cosa investire il proprio tempo si rischia di lavorare il doppio per la metà del compenso.

Bene, detto questo, veniamo al punto.

Come organizzare la giornata lavorativa in soli 30 minuti?

Sarò schematica, che non c’è tempo da perdere.

  1. 5 minuti da dedicare alla compilazione della to do list del giorno,
  2. 10 minuti per leggere le fonti più autorevoli del proprio ambito professionale così da non perdere le ultime news di settore (che siano blog, siti, social),
  3. 10 minuti per un primo check della propria casella mail, assegnare le priorità a quello che davvero è molto urgente e importante e poi richiudere tutto (vedi anche questo post su come gestire le email),
  4. altri 5 minuti per riprendere in mano la to do list ed eventualmente aggiornarla o integrarla dopo il monitoraggio fonti e il check mail appena fatti.

Solo a questo punto, to do list alla mano, social e casella email chiusi, puoi partire dalla prima attività in elenco e metterti al lavoro.

E ora che sei partito con il piede giusto puoi provare a rendere molto produttiva la tua giornata.

30 minuti, poi dimmi se funziona.

Buon lavoro!

 

pics from pexels.com

1

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.